Il 2017 si tinge di Greenery

Il colore del 2017 secondo Pantone è Greenery. Una fresca sfumatura di verde con una punta di giallo che lo rende più frizzante.

Così Greenery è stato annunciato sulla pagina facebook dell’azienda:

A fresh and zesty yellow-green shade that evokes the first days of spring when nature’s greens revive, restore and renew, Greenery symbolizes the re-connection we seek with nature, one another and a larger purpose amid a complex social and political landscape.

Greenery è carica, rigenerazione, ottimismo e speranza. Simboleggia l’idea di un nuovo inizio, suggerisce un senso di tranquillità in un momento storico e politico particolarmente instabile. Greenery rappresenta anche il recupero del legame con la natura, invita ad adottare uno stile di vita votato al benessere. Regala un po’ di verde anche a chi magari non può goderselo quotidianamente.

Greenery è anche particolarmente versatile, si abbina facilmente con tinte altrettanto chiare e brillanti o tinte più scure. Si contrappone alle delicate sfumature pastello dei due colori scelti da Pantone per il 2016 ossia Serenity e Rose Quartz, espressioni di armonia contro la frenesia della vita quotidiana.

Ma chi è Pantone?

Pantone è la massima autorità a livello internazionale in tema di colore. È un’azienda statunitense che da oltre 50 anni si occupa di tecnologie per la grafica e in particolare di colori. È specializzata infatti nella loro catalogazione e identificazione, uniformando e fornendo codici standard di lettura.

Da più di 15 anni, inoltre, decreta quello che sarà il colore che influenzerà ogni settore legato alla creatività: dalla moda alla cosmesi, dalla grafica al design e all’arredo.

Ogni anno il colore viene selezionato da una gruppo di professionisti che monitorano e interpretano le ultime tendenze in diversi ambiti: moda, cinema, design, cosmetica, tecnologia, innovazione, quei settori che vengono poi a loro volta influenzati dalla stessa Pantone poiché ne riconoscono l’autorità indiscussa.

Greenery ha già fatto le sue prime apparizioni nelle collezioni di celebri stilisti e in pezzi di design e arredamento. È il colore della modernità, dell’innovazione e del tech ed è quindi identificativo di alcune nuove apps e startups. Ha cominciato a colorare le tavole a conferma dei recenti trends in ambito food a supporto di un’alimentazione più salutare. Lo troviamo infine in diversi prodotti di consumo e naturalmente in ambito pubblicitario per quanto riguarda loghi e packaging. Di fronte al verde, predominante in natura, il pubblico reagisce in maniera per così dire viscerale. Questo, unito all’idea di freschezza che evoca, rende Greenery il colore ideale per diverse applicazioni di grafica pubblicitaria. Per gli addetti ai lavori sono state rilasciate anche 10 palette colori abbinabili e utilizzabili su tutti i prodotti Adobe.

Non rimane che scoprire dove Greenery farà le sue prossime apparizioni! 😉

 

Condividi su: